Alfabeti Naturali. Piccola Guida all’osservazione della Creatività dell’Universo

16,00 

Un luogo senza pattern è come un cielo azzurro senza nuvole o una immacolata distesa di neve. È una superficie perfettamente uniforme: una rarità sul nostro pianeta. Ovunque, in natura, l’uniformità è interrotta da righe, onde, macchie, reticoli, ramificazioni e anelli, cioè da strutture che, obbedendo a forze potenti come la gravità o il calore, si ripetono con ritmo regolare e ci mostrano i modi in cui la vita muta o si sviluppa, spesso proprio a partire da un pattern simmetrico, come quando una cellula si divide perfettamente a metà e si formano due cellule uguali. Ci sono pattern facili da identificare, come le strisce della zebra, e altri quasi invisibili perché si sono evoluti proprio come strategia di mimetismo. Ci sono pattern che ingannano, come quelli di animali innocui che imitano le livree di specie pericolose, e altri che sembrano diversi ma invece sono uguali, come la spirale di una chiocciola e quella di una galassia. Il libro invita a osservare i pattern con tanti sguardi: quello dell’artista, attirato da forme e colori, dello scienziato, interessato ai perché di ogni fenomeno, e soprattutto quello del naturalista, che una volta che avrà imparato a riconoscere i pat-tern, li vedrà dappertutto, perfino tagliando una mela a metà o sorridendo davanti allo specchio per osservare le sue due file ordinate di denti: il pattern naturale che ha in bocca.

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Un luogo senza pattern è come un cielo azzurro senza nuvole o una immacolata distesa di neve. È una superficie perfettamente uniforme: una rarità sul nostro pianeta. Ovunque, in natura, l’uniformità è interrotta da righe, onde, macchie, reticoli, ramificazioni e anelli, cioè da strutture che, obbedendo a forze potenti come la gravità o il calore, si ripetono con ritmo regolare e ci mostrano i modi in cui la vita muta o si sviluppa, spesso proprio a partire da un pattern simmetrico, come quando una cellula si divide perfettamente a metà e si formano due cellule uguali. Ci sono pattern facili da identificare, come le strisce della zebra, e altri quasi invisibili perché si sono evoluti proprio come strategia di mimetismo. Ci sono pattern che ingannano, come quelli di animali innocui che imitano le livree di specie pericolose, e altri che sembrano diversi ma invece sono uguali, come la spirale di una chiocciola e quella di una galassia. Il libro invita a osservare i pattern con tanti sguardi: quello dell’artista, attirato da forme e colori, dello scienziato, interessato ai perché di ogni fenomeno, e soprattutto quello del naturalista, che una volta che avrà imparato a riconoscere i pat-tern, li vedrà dappertutto, perfino tagliando una mela a metà o sorridendo davanti allo specchio per osservare le sue due file ordinate di denti: il pattern naturale che ha in bocca.

Informazioni aggiuntive

Peso0,00 kg
Titolo

Alfabeti Naturali. Piccola Guida all'osservazione della Creatività dell'Universo

Autore

Buglioni Federica; Luogo Comune

Editore/Marca

TopiPittori

ISBN

9788833701264

Anno di pubblicazione

2023

Alfabeti Naturali. Piccola Guida all'osservazione della Creatività dell'Universo

16,00 

Solo 1 pezzi disponibili